Vai ai contenuti | Spostati sulla navigazione

Home

Parco tuscolo

Fare della propria cultura agroalimentare uno strumento di crescita per il territorio è l'ambizioso obiettivo del Distretto Agroalimentare di Qualità dei Castelli Romani e Prenestini. Un progetto condiviso nel quale attori pubblici e privati collaborano per promuovere e valorizzare prodotti alimentari e produzioni tipiche di un'area conosciuta da secoli per "l'aria fresca e il cibo buono".
Qualificazione e promozione dunque per far conoscere numerose produzioni d'eccellenza, per dare valore alla qualità di prodotti che hanno reso famosi i nostri paesi in tutto il mondo, per sostenere aziende e produttori nella sfida al mercato globale e soprattutto per dare modernità all'enogastronomia del territorio nel rispetto della tradizione.

Il Distretto Agroalimentare di Qualità dei Castelli Romani e Prenestini, promosso con il marchio "Distretto delle Eccellenze", è uno dei cinque distretti identificati dall'Assessorato all'Agricoltura della Regione Lazio ai sensi della L.R. 1/2006.

Citando testualmente la definizione contenuta nella legge: "si definiscono distretti agroalimentari di qualità, i sistemi produttivi locali, caratterizzati da significativa presenza economica e da interrelazione e interdipendenza produttiva delle imprese agricole ed agroalimentari nonché da una o più produzioni certificate e tutelate ai sensi della vigente normativa comunitaria o nazionale, oppure da produzioni tradizionali o tipiche".
Il valore economico e la consistenza strutturale di molte aziende agricole ed agroalimentari del territorio, la storicità di alcune filiere di produzione e la più alta concentrazione di produzione di vini  DOC dell'intera Regione, sono alla base dell'identificazione di un Distretto agroalimentare di Qualità nei Castelli Romani e Prenestini.

Il Distretto delle Eccellenze promuove un progetto di riqualificazione, che vede il coinvolgimento dei maggiori partner pubblici e privati del territorio, guidati dalla Comunità Montana Castelli Romani e Prenestini quale ente capofila. L'istituzione del Distretto rappresenta un'opportunità per qualificare e promuovere lo sviluppo del territorio attraverso un moderno ed efficace "gioco di squadra" fra gli attori economici locali.

Uno degli obiettivi specifici del progetto è l'aumento del valore aggiunto di settori produttivi già consolidati - le filiere connesse alla coltura della vite e dell'olivo, alla lavorazione delle carni suine - per migliorarne le condizioni di accesso al mercato.
Altrettanto importante è l'incremento di comparti non ancora pienamente sviluppati ma considerati strategici per la crescita del territorio come la produzione casearia o dei prodotti da forno. Fondamentale infine la valorizzazione dei prodotti tradizionali attraverso l'integrazione con la ristorazione locale. Favorire quindi l'incontro tra i produttori e gli chef, che sono i migliori interpreti dell'antica e variegata cultura gastronomica del territorio.

Notizie

tutte le notizie